Residenza
Opere pubbliche
Recupero e restauro architettonico
Architettura d'interni
Opere artistico monumentali
Attività commerciali
Design
Concorsi
IN EVIDENZA

Immagini in caricamento...
2018
Parcheggio privato con vista
Missaglia (LC)


La villa è situata all’interno del Parco Regionale e Parco Naturale di Montevecchia e della Valle del Curone.
La visuale naturale verso la vallata è ben visibile dall’edificio che si pone in posizione strategica rispetto al paesaggio che lo circonda.
Nuove necessità familiari hanno richiesto l’esigenza di possedere un’ulteriore spazio coperto per il parcheggio delle auto, valorizzando e utilizzando l’area privata già presente lungo la strada, posta in prossimità dell’accesso pedonale all’abitazione.
L’intervento ha previsto di uniformare e inglobare sotto un unico piano coperto, la zona d’ingresso adiacente all’area privata di parcheggio.
L’elemento orizzontale è sorretto da setti murari (in parte esistenti e in parte di nuova realizzazione), rivestiti in lastre di pietra di Luserna a spacco.
Il piano del solaio è leggermente sollevato dai setti in muratura mediante alcuni tubolari cilindrici, per accentuare il distacco dagli elementi portanti.
L’intervento del parcheggio coperto è visto come una sorta di spazio frammentato costituito da un insieme di segni o partiture traforate, molto diafano e permeabile alla vista, costituito da soli setti e contraddistinto da rapporti aurei ben precisi.
La pavimentazione è lasciata invariata a cubetto.
La copertura è contornata da scossaline in rame lungo il bordo perimetrale, mentre inferiormente è rivestita con pannelli prefabbricati fissati al soffitto e rasati di colore bianco.
Lo sbalzo del telaio strutturale metallico ha previsto il superamento di una luce di circa 11 metri.
Il manto di copertura è in lamiera di rame per uniformarsi alle lattonerie.
Il contesto paesistico con affaccio verso le verdi alture boschive, unito alla posizione sopraelevata dell'area rispetto alla villa, hanno suggerito la delimitazione dello spazio con parapetti in vetro trasparente.
Questo sistema ha permesso, seduti dalla propria automobile o dalla strada retrostante, di godere dello scenario paesaggistico come se visto attraverso la cornice di un quadro naturale.