Attratto dal disegno fin dalla giovane età, si avvicina con passione all'arte nel 1990, dopo la frequentazione della scuola di pittura e disegno figurativo, tenuta dal pittore Paolo Cattaneo di Oggiono (Lc).
In seguito, conduce da autodidatta, una ricerca personale sperimentando la pittura attraverso la tecnica del pastello ad olio e l'acquarello.
È osservatore dell'opera artistica di Ennio Morlotti e Piero Maggioni.
Nel 2001 conosce e frequenta Gaetano Orazio, il pittore delle salamandre, delle pozze d’acqua e dei trovanti.